Suggerimento
Subscribe to the Subscribe
And/or subscribe to the Daily Meditation Newsletter (Many languages)

Meditazioni quotidiane con Krishnamurti


pixabay.com

Capire con ogni parte di me


Che cosa intendiamo con la parola “sofferenza”? Ci riferiamo a qualcosa che è separato da noi? A qualcosa che è fuori di noi, o dentro di noi, ma che possiamo osservare e sperimentare? Voi siete semplicemente degli osservatori? Oppure la sofferenza e qualcos’altro? Questo e un punto molto importante, vi pare? Quando io dico: “Soffro”, che cosa intendo? Io sono diverso dalla sofferenza? Questa e la domanda a cui dobbiamo rispondere.

Soffro perché nessuno mi ama, perché muore mio figlio o cose del genere. C’è una parte di me che si chiede il perché di tutto questo, cerca una spiegazione, delle ragioni, delle cause. Mentre un’altra parte di me e schiacciata dall’angoscia. E ancora un’altra parte di me vorrebbe essere libera dal dolore, vorrebbe trascenderlo. Tutto questo fa parte di noi, vi pare? Una parte di me rifiuta il dolore, gli resiste, un’altra parte vuole darsi una spiegazione, aggrappandosi a qualche teoria e un’altra parte ancora rifugge dal percepire quel fatto; ma allora, come potrò capire fino in fondo quelfatto? Solo quando potrò capire quel fatto con ogni parte di me stesso, esisterà la possibilità di essere libero dal dolore. Ma se mi frantumo in direzioni diverse, non potrò mai vedere la verità...

Ora, vi prego, ascoltate attentamente. Quando siete di fronte a un fatto, a una verità, potrete capirli solo se li affronterete e li sperimenterete senza la minima divisione; e non se manterrete la separazione tra l’osservatore e la sofferenza. Questa e la verità.

© 2016 Copyright by Krishnamurti Foundations


                         Diaspora      rss 

Except where otherwise noted, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.
Web Statistics