Suggerimento
Subscribe to the Subscribe
And/or subscribe to the Daily Meditation Newsletter (Many languages)

Meditazioni quotidiane con Krishnamurti


pixabay.com

Capire i fatti


Sebbene possa sembrare difficile, non è una cosa complicata. Vedete, noi non partiamo mai dai fatti, da quello che effettivamente accade; non partiamo mai da quello che pensiamo, da quello che facciamo, da quello che desideriamo. Partiamo da supposizioni, da ideali che non hanno nulla a che fare con quello che effettivamente accade e così andiamo fuori strada. Ci vuole un’intensa attenzione per trattare con i fatti, lasciando perdere le nostre supposizioni. Qualsiasi cosa pensiamo che non tenga conto dei fatti non è altro che una distrazione. Per questa ragione è tanto importante capire che cosa succede fuori di noi e dentro di noi.

Se siete cristiani, vedrete certe immagini; se siete indu, buddisti o mussulmani, ne vedrete altre. Vedere Cristo o Krishna dipenderà dal condizionamento che avete ricevuto. Saranno l’educazione che vi e stata data, la cultura in cui siete cresciuti che determineranno le vostre visioni. Ora, che cosa è importante? L’immagine che vedete oppure la vostra mente che ha subito un profondo condizionamento? Una visione è la proiezione della particolare tradizione che costituisce lo sfondo culturale della mente. Questo sfondo, che costituisce il nostro condizionamento, e un fatto; mentre non è un fatto la visione che viene proiettata. Capire un fatto è semplice, ma diventa difficile quando si mettono di mezzo le nostre simpatie e antipatie, le nostre avversioni, le opinioni e i giudizi con cui affrontiamo quel fatto. È la libertà da qualsiasi forma di valutazione del fatto che consente di capire quello che è, quello che effettivamente accade.

© 2016 Copyright by Krishnamurti Foundations


                         Diaspora      rss 

Except where otherwise noted, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.
Web Statistics