Suggerimento
Subscribe to the Subscribe
And/or subscribe to the Daily Meditation Newsletter (Many languages)

Meditazioni quotidiane con Krishnamurti


pixabay.com

Il pensiero e sempre incompleto


Ci rendiamo conto di essere condizionati. Se, come fa tanta gente, dice che il condizionamento e inevitabile, allora il problema non si pone nemmeno: siete schiavi e tutto finisce li. Ma se vi chiedete se esiste la possibilità di porre fine a questa limitazione, a questo condizionamento, allora il problema esiste e non potete fare a meno di prendere in considerazione in tutta la sua interezza il processo del pensiero. Se vi limitate a dire: “Devo essere consapevole del mio condizionamento, ci devo pensare, devo analizzarlo, perché voglio capirlo e toglierlo di mezzo”, allora state usando la forza. Il vostro modo di pensare, di analizzare un problema proviene dalla vostra cultura di fondo, che fa parte di quel condizionamento; quindi non sarà mediante il pensiero che potrete mettergli fine.

Prima di tutto, guardate bene il problema; non preoccupatevi della risposta, della soluzione. Il fatto è che siamo condizionati e il pensiero potrà affrontare questo condizionamento solo in maniera parziale. Il pensiero non permetterà mai una comprensione totale, mentre è la piena comprensione di tutto il processo del pensiero che porta alla libertà. La difficolttà consiste nel fatto che noi funzioniamo sempre nell’ambito della mente e la mente è lo strumento che il pensiero può usare con o senza ragionevolezza. E come abbiamo visto, il pensiero funziona sempre in modo incompleto.

© 2016 Copyright by Krishnamurti Foundations


                         Diaspora      rss 

Except where otherwise noted, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.
Web Statistics