Suggerimento
Subscribe to the Subscribe
And/or subscribe to the Daily Meditation Newsletter (Many languages)

Meditazioni quotidiane con Krishnamurti


pixabay.com

Il ruolo dell’emozione nella nostra vita


Come nascono le emozioni? È molto semplice. Nascono per effetto degli stimoli nervosi che riceviamo. Mi pungi con uno spillo e io faccio un salto; mi fai un complimento e ne sono lusingato; mi insulti e la cosa non mi piace affatto. Le emozioni provengono dall’attività dei sensi. La maggior parte di noi funziona con l’emozione che il piacere suscita. Questo è evidente, signori. A voi piace essere considerati colti, perché così appartenete ad un gruppo, ad una comunità, ad un’antica tradizione; a voi piace tenervi quella montagna di antiche tradizioni, con la Gita e le Upanishad. Ai mussulmani piace la loro tradizione, e così via. Riceviamo degli stimoli dall’ambiente in cui viviamo e questi danno luogo alle nostre emozioni.

Ora, che ruolo rivestono le emozioni nella nostra vita? Una emozione è vita? Capite? Il piacere è amore? Il desiderio è amore? Se l’emozione fosse amore, l’amore sarebbe qualcosa che cambia in continuazione. Vi pare? Non lo sapete?

Dobbiamo renderci conto che le emozioni, i sentimenti, l’entusiasmo, la sensazione di essere buoni e cose del genere non hanno nulla a che fare col vero affetto, con la compassione. Ogni sentimento, ogni emozione hanno a che fare col pensiero e quindi col piacere e il dolore. L’amore non c’entra con la sofferenza, col dolore, perché non proviene dal piacere o dal desiderio.

© 2016 Copyright by Krishnamurti Foundations


                         Diaspora      rss 

Except where otherwise noted, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.
Web Statistics