Suggerimento
Subscribe to the Subscribe
And/or subscribe to the Daily Meditation Newsletter (Many languages)

Meditazioni quotidiane con Krishnamurti


pixabay.com

La mente insensibile può diventare sensibile?


Ascoltatela domanda, sentite il significato che è contenuto in queste parole: una mente insensibile può diventare sensibile? Se ritengo che la mia mente sia ottusa e cerco di sensibilizzarla, lo sforzo stesso che compio fa parte dell’ottusità. Rendetevene conto, vi prego. Non stupitevi, ma guardate come stanno le cose. Se mi rendo conto che la mia mente e grossolana e non pretendo di cambiarla, non cerco di modificarla, se comincio a capire che cos’è l’insensibilità, osservandola nella mia vita di tutti i giorni – l’ingordigia che è nel mio modo di mangiare, la grossolanità con cui tratto le persone,l’orgoglio, l’arroganza, la volgarità delle mie abitudini, dei miei pensieri – allora proprio questa osservazione trasforma quello che è.

Se sono stupido e pretendo di diventare intelligente, lo sforzo stesso che compio per tentare di diventarlo e una forma ancora più grande di stupidità, perché quello che importa è capire la stupidità. Nonostante tutti i miei sforzi per diventare intelligente, la mia stupidità rimarrà. Superficialmente potrò sembrare più colto, potrò imparare a fare delle citazioni, a ripetere brani di grandi autori, ma fondamentalmente rimarrò stupido. Se però vedo la stupidità, così come si manifesta nella mia vita quotidiana – se vedo come tratto un servitore, come mi comporto col mio prossimo, che si tratti di un povero, di un ricco o di un impiegato – se vedo i miei modi di fare e li comprendo, allora proprio questa consapevolezza toglierà di mezzo la stupidità.

© 2016 Copyright by Krishnamurti Foundations


                         Diaspora      rss 

Except where otherwise noted, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.
Web Statistics