Suggerimento
Subscribe to the Subscribe
And/or subscribe to the Daily Meditation Newsletter (Many languages)

Meditazioni quotidiane con Krishnamurti


pixabay.com

La natura della trappola


Il dolore è il risultato di un impatto violento, è il temporaneo sconvolgimento di una mente che si era abituata a vivere nell’ambito delle sue occupazioni quotidiane. Accade qualcosa, muore una persona, ci si ritrova disoccupati, viene messa in discussione una fede profondamente radicata – e la mente rimane sconvolta. Ma che cosa fa una mente sconvolta? Cerca di ritrovare Il proprio equilibrio, si rifugia in un’altra fede, cerca un lavoro più sicuro, si aggrappa ad una nuova relazione. Ma ancora una volta sopraggiunge l’onda della vita e mette a dura prova tutte le sue protezioni. Allora di nuovo la mente va in cerca di altre difese. Si va avanti così. Questo però non è il modo di funzionare dell’intelligenza.

Nessuna repressione, interiore o esteriore, potrà essere d’aiuto alla mente. Qualsiasi forma di repressione, più o meno sottile, proviene dall’ignoranza; nasce dal desiderio di ricompensa o dalla paura di una punizione. Capire la natura di questa trappola significa esserne liberi; nessuna persona, nessun sistema, nessuna fede potranno mai darvi la libertà. Solo se vedete questa verità, potete essere liberi; ma dovete vederla per conto vostro, con i vostri occhi. Non serve che qualcuno vi convinca che le cose stanno così. Voi stessi dovete intraprendere il viaggio in un oceano sconosciuto.

© 2016 Copyright by Krishnamurti Foundations


                         Diaspora      rss 

Except where otherwise noted, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.
Web Statistics