Suggerimento
Subscribe to the Subscribe
And/or subscribe to the Daily Meditation Newsletter (Many languages)

Meditazioni quotidiane con Krishnamurti


pixabay.com

Meditazione


Affronterò il tema della meditazione facendo un passo per volta. Vi prego, non aspettatevi alla fine di avere una completa descrizione di come si fa a meditare. Quello che stiamo facendo ora fa gia parte della meditazione.

La prima cosa da fare e rendersi conto del pensatore, senza cercare di eliminare la contraddizione che esiste tra pensatore e pensiero. Il pensatore e l’entità psicologica che ha trasformato in conoscenza la propria esperienza; frutto delle influenze ambientali che mutano costantemente, è un centro legato al tempo, che osserva, ascolta, sperimenta. Se non capiamo la struttura, l’anatomia di questo centro, vivremo costantemente nel conflitto e una mente in conflitto non potrà in alcun modo capire la profondità e la bellezza della meditazione.

Nella meditazione non può esserci alcun pensatore; questo significa che deve finire il pensiero, che è alimentato dal desiderio di ottenere un risultato. La meditazione non ha nulla a che fare con il conseguimento di un risultato, non dipende dal respirare in un determinato modo, dal concentrarsi sul proprio naso o dal risvegliare l’energia che consente di ottenere certe prestazioni. Tutte queste sono assurdità infantili... La meditazione non è separata dalla vita. Mentre guidate la vostra automobile o siete seduti in autobus, mentre state chiacchierando senza fine o quando passeggiate da soli in un bosco e osservate una farfalla delicatamente trasportata dal vento, essere consapevoli di tutto questo, senza considerare una cosa più importante di un’altra, fa parte della meditazione.

© 2016 Copyright by Krishnamurti Foundations


                         Diaspora      rss 

Except where otherwise noted, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.
Web Statistics