Suggerimento
Subscribe to the Subscribe
And/or subscribe to the Daily Meditation Newsletter (Many languages)

Meditazioni quotidiane con Krishnamurti


pixabay.com

Quando l’intelletto e privo di qualsiasi difesa


Potete conoscere voi stessi solo quando non pretendete di farlo, quando non state facendo dei calcoli, quando non vi state proteggendo, quando non siete in cerca di una guida per trasformarvi, per sottomettervi, per controllarvi. Potete vedervi come siete solo inaspettatamente, quando la mente mette da parte i suoi concetti ed e aperta, ma impreparata ad imbattersi nell’ignoto.

La mente che si prepara a conoscere l’ignoto non lo incontrerà mai. L’ignoto è voi stessi. Se dite di voi stessi: “Io sono Dio”, oppure: “Io non sono altro che un cumulo di influenze sociali”, “Io sono un insieme di qualità”, qualunque cosa diciate pensando a voi stessi, non capirete l’ignoto che è pura spontaneità.

La spontaneità affiora solo quando l’intelletto è privo di qualsiasi difesa, quando non si sta proteggendo, quando non teme per la sua sicurezza. La spontaneità è qualcosa che accade dentro di voi. Qualcosa di spontaneo deve essere nuovo, sconosciuto, imprevedibile, creativo; è qualcosa che deve esprimersi e che bisogna amare, ma non ha nulla a che fare con l’intelletto che pretende di controllare, di dirigere. Osservate le vostre emozioni e vi accorgerete che i momenti di grande gioia, di estasi non sono assolutamente prevedibili; accadono misteriosamente, inaspettatamente, improvvisamente.

© 2016 Copyright by Krishnamurti Foundations


                         Diaspora      rss 

Except where otherwise noted, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.
Web Statistics