Suggerimento
Subscribe to the Subscribe
And/or subscribe to the Daily Meditation Newsletter (Many languages)

Meditazioni quotidiane con Krishnamurti


pixabay.com

Una reazione sana, normale


Devo scoprire perché il desiderio ha assunto tanta importanza nella mia vita. Può darsi che sia giusto, ma può anche darsi che non lo sia. Devo scoprirlo. Vedo che è così. Sorge il desiderio: è una reazione, una reazione sana, normale. Se non ci fosse, sarei morto. Vedo una bella cosa e dico: “Per Giove, la voglio!”. Dovrei essere morto per non reagire così. Ma nel desiderare di possedere quello che mi piace, c’è sofferenza. È questo il mio problema: insieme al piacere c’è il dolore. Vedo una bella donna; è davvero bella, sarebbe assurdo dire che non lo è. È un fatto. Che cosa dà continuità al piacere? Il pensiero, è ovvio...

Penso a quello che mi piace. Non sono più in contatto diretto con l’oggetto del mio desiderio, ma ora il pensiero arricchisce il mio desiderio contornandolo di immagini, di figure, di idee... Il pensiero comincia a dire: “Devi averlo; ti farà crescere; questo è importante, quello non conta; questo è fondamentale per la tua vita, quello lascialo perdere”.

Ma io posso guardare una cosa, desiderarla... e se il pensiero non interviene, tutto finisce lì.

© 2016 Copyright by Krishnamurti Foundations


                         Diaspora      rss 

Except where otherwise noted, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.
Web Statistics